Shay

Shay è un tavolo dalle misure importati con una base a forma di X composta da listelli obliqui spinati, incastrati tra loro e fissati al piano. La mia ispirazione parte da una storia molto lontana che in un certo senso si fonde con il futuro. Ho fatto un salto nel passato per riprendere un parola: Shay (in arabo “cosa”). Parola usata in antichità dai primi matematici arabi per indicare l’incognita nelle equazioni, successivamente sbarcata anche in Europa e oggi da tutti conosciuta come X. L’incognita rapportata alla vita di tutti i giorni sta anche ad indicare qualcosa di non del tutto conosciuto o conoscibile o comunque circondato da un alone di mistero. Infatti nessuno di noi può conoscere esattamente da dove proviene, proprio come nessuno di noi non potrà mai conoscere con esattezza cosa gli riserverà il futuro.

SHAY 1 SHAY 3 SHAY 4

Translate »